La pillola delle 16


Proviamo a capire come fanno altrove

In Russia è in preparazione un piano in tre fasi per la rilancio dell’economia entro la fine del 2020. Il piano sarà presentato al governo nei prossimi giorni e potrebbe includere tre fasi:

Fase 1: adattamento. Attraverso il terzo trimestre del 2020, il governo mirerà a impedire che la recessione economica si diffonda in più settori e a stabilizzare la situazione nei settori più colpiti.

Fase 2: recupero. Dal quarto trimestre del 2020 al secondo trimestre del 2021, il governo mirerà al recupero dell’attività economica e degli standard di vita in tutta la popolazione.

Fase 3: crescita attiva. Dal terzo al quarto trimestre del 2021, l’economia russa dovrebbe tornare alla crescita attiva e il governo ripristinerà gli obiettivi di crescita pre-COVID, sperando di ottenere una crescita del Pil superiore alla media globale. Un piano ambizioso, il cui successo non potrà prescindere da condizioni internazionali favorevoli e, in particolare, da un rialzo dei prezzi del petrolio.

Tante variabili, molte scommesse. La crisi è mondiale, ma la crescita  dipenderà dai singoli Paesi. Per questa ragione noi italiani rischiamo di scendere ancor più giù nella classifica delle economie mondiali.

Ai detenuti una vita dignitosa, ma in cella

Circa 7000 detenuti sono usciti in queste settimane dalle carceri italiane. Se serviva per garantire il distanziamento in cella ovviamente non basta. Non basta nemmeno se escono in 10mila e forse nemmeno in 20mila.

Pur ci vorrebbe qualcuno di buonsenso che garantisca una vita dignitosa ai detenuti, ma in cella!

Paolo Russo

Deputato al Parlamento, medico e scrittore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *