La pillola delle 16

Aboliamo la conferenza stampa delle 18  Mi aspetto che prima o poi qualche giornalista di quelli che fanno “articolesse”, qualche direttore di quelli che scalciano e si arrabbiano per un nonnulla o qualche anchorman di successo rilevasse come quella pantomima delle 18 potrebbe essere anche abolita. Un solo dato serve:  quanti i pazienti ricoverati, quanti quelli in terapia intensiva e quanti i deceduti (magari con i dati veri del territorio!).
Ma dove vive questa fortunata ragazza?
Il ministro della Istruzione Azzolina ha sciorinato numeri di successi scolastici e digitali. 85 i milioni dedicati per l’istruzione a distanza per fornire strumenti a chi non li possiede e non ha possibilità. 6,7 i milioni di ragazzi raggiunti dalla istruzione a distanza. 84% degli istituti avrebbero messo in campo iniziative specifiche per la disabilità. Ma dove vive questa fortunata ragazza? Se non fosse per l’abnegazione al limite della cocciuta perseveranza che supera le burocrazie e le difficoltà tecniche dei tanti docenti che “amano” i loro ragazzi, staremmo davvero inguaiati.

Paolo Russo

Deputato al Parlamento, medico e scrittore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *